e-mail: bastogi@tiscali.it


 

EMANUELE GIUDICE

LO SCIROCCO NEL SANGUE
Riflessioni e divagazioni

Prefazione di don Luigi Ciotti

F.to 14x21 pp. 178, Euro 15,00
(Ed. 11/2012) Cod. ISBN 978-88-6273-457-8

 

IL TESTO E L’AUTORE

  …Emanuele Giudice ce l’ha una speranza, quella che richiama ad un impegno comune per la costruzione di giustizia: «è bello sognare che un giorno sia vinta la pigrizia e la disattenzione dei governi e si assista al germoglio di nuove sensibilità e capacità di emozione, di condivisione e di solidarietà. Sarà necessario forse inventarsi una nuova antropologia fondata sulla sensibilità e sulla pietas che è il segno specifico e singolare della nostra umanità, oltre che il segno del nostro battesimo cristiano». Una speranza che è necessario condividere.
                                                                   dalla prefazione di don Luigi Ciotti

 

  Scrivo per narrare ciò che ci si porta dentro e dentro circola ostinato, nel sangue infetto che ci tiene in vita, lasciandosi alimentare con indolenza rassegnata e para- lizzante…. E’ il sangue-metafora, su cui si è costruito nel tempo l’insulto, usuale ormai e volto a denigrare, fatuo anch’esso se nei fatti non riesce a scalfire ciò che vuole. Un sangue plurimo e altro nei significati, capace di adombrare canoni diversi del dire e del comunicare: la vita, la passio- ne, l’intensità identitaria fatta di una sommatoria di molte identità, la solitudine e il rifiuto, e soprattutto il male e le sue epifanie, quel Caino scellerato e ambiguo che si cela in ciascuno e poi inatteso emerge. Perché anche nel sangue scorre il vento di scirocco, torpido, lento, sfiancante, nella sua ostinata ricerca di un’uscita.
                                                                                              E. G.