e-mail: bastogi@tiscali.it


 

ALFREDO NAZARENO d’ECCLESIA

ATTRAVERSARE CONFINI

Pedagogia e fenomenologia interculturale

F.to 16x23 pp. 120, Euro 10,00
(Ed. 01/2013) Cod. ISBN 978-88-6273-462-2

 

IL TESTO E L’AUTORE

  Il presente volume raccoglie le lezioni di pedagogia interculturale tenute dall’autore all’Istituto Superiore di Scienze religiose di Foggia, Facoltà Teologica Pugliese. Si è ritenuto utile corredare tali scritti con l’esperienza vissuta più volte in El Salvador, America centrale, tra la gente e le missionarie Carmelitane della Colonia El Carmen, distretto di Sonsonate; l’attività del Servizio Civile con la Caritas italiana e la pratica di insegnante. Ovviamente senza alcuna pretesa esaustiva. La scelta del titolo Attraversare confini è in sintonia con le aspirazioni dell’autore che nel suo peregrinare si è sempre chiesto perché ci siano tanti confini, da quelli naturali a quelli artificiali, da quelli ideologici a quelli religiosi, ma soprattutto quelli economici e culturali. Ogni essere umano nasce libero e questo valore è eterno e universale. Se la stessa luce s’irradia su tutto il pianeta, perché dividerci? Se la Terra è già un confine, perché crearne altri? La complessità del reale esige un’indagine che ha come finalità la domanda “Chi è l’essere umano?” Ci sono varie risposte. Ritengo che l’uomo sia una persona, non solo da un punto di vista gnoseologico, ma anche ontologico poiché essere in che si esprime nelle sue attività spirituali ed è individuata dalla propria corporeità. “Ogni uomo è un vero enigma, il suo cuore un abisso profondo” (Salmo 63) e Eraclito afferma: “I confini dell’anima non li potrai mai trovare, per quanto tu percorra le sue vie: così profonda è la sua realtà”. L’umanità è il fondamento comune per ogni soggetto e tutti siamo collegati. Se è vero che a ogni azione corrisponde un effetto, qualora un uomo considerasse gli altri esseri umani come oggetti, cesserebbe egli stesso di esistere come un essere umano.

 

  ALFREDO NAZARENO D’ECCLESIA è docente di Antropologia filosofica, presso l’istituto universitario (ISSR) “Giovanni Paolo II” di Foggia, Facoltà Teologica Pugliese. Dedica la sua attività di ricerca al legame tra filosofia e scienze dell’educazione, in modo particolare alla fenomenologia husserliana in rapporto alle altre correnti del pensiero contemporaneo sotto il profilo storico e teoretico. Membro del Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche, diretto dalla Prof.ssa Angela Ales Bello con sede legale a Roma, affiliato a The World Phenomenology Institute (USA).
  
Ha pubblicato: Esperienza estetica e interpretazione dell’arte, Le sfide della fenomenologia husserliana, Etica ed Estetica, L’Estetica un percorso educativo alla ricerca di verità, riflessioni sull’estetica e la filosofia dell’educazione.