e-mail: bastogi@tiscali.it


 

MARIO BACCHIEGA

SILVESTRO II PAPA MAGO
Presentazione di P. Giovanni Vannucci OSM
Prefazione di Carlo Gentile

F.to 14x21, pp. 150, Euro 12,50
(Ed. 10/2005) Cod. ISBN 88-8185-808-8

 

  In questa breve e documentata biografia di Gerberto papa Silvestro II (999-1003) l’autore percorre un sentiero storico non abituale al suo modo letterario. Recupera, come un pezzo archeologico, un personaggio dimenticato. Bacchiega "evoca" Gerberto perché egli incarna un’idea cara all’autore, quella cioè della visione unitaria delle varie discipline: filosofiche, scientifiche, sociali, morali che si intrecciano le une con le altre, come l’ordito di un tessuto la cui trama è l’esperienza esistenziale di un sacro radicalizzato. Gerberto è, in pieno medioevo, un simbolo vivo di questa totalità conforme ad una prospettiva di saggezza ancor oggi scarsamente intravista.

  MARIO BACCHIEGA vive a Rovigo e a Firenze.
  Per vent’anni ha insegnato storia delle religioni alla pontificia università "Marianum" in Roma. Da sedici anni conduce una rubrica televisiva. Collabora a riviste specializzate.
  Le sue opere principali sono: Validità e attualità del mito solare (1964); L’uomo è quasi immortale (1968); Il Pasto Sacro (1971); Dio Padre o Dea Madre? (1976 - premio internazionale a Malta 1977); Silvestro II papa mago (1981); I mostri dell’Apocalisse (1982); Papa Formoso, processo al cadavere (1983); Simbologia del "figlio dell’uomo" (1985), Lineamenti di storia delle religioni (1999); Disparire nell’assenza (2001).