e-mail: bastogi@tiscali.it


 

MAURO CASCIO

GRANDEZZE E MISERIE
DEL PENSIERO LIBERALE

DA PERICLE AI TEMPLARI, DAL SEICENTO EUROPEO
A JOHN RAWLS, DA AMARTYA SEN ALLA LOGGIA P2

Nota introduttiva di Licio Gelli

F.to 14x21, pp. 138, Euro 12,00
(Ed. 06/2006) Cod. ISBN 88-8185-881-9

 

IL TESTO E L'AUTORE

  "La libertà, come la religione, è stata movente di buone azioni e pretesto abituale per crimini; da quando il suo seme fu piantato ad Atene, 2460 anni fa, fino a quando il raccolto maturo è stato mietuto dagli uomini della nostra razza. Essa è il frutto delicato di una civiltà matura; e appena un secolo è passato dal tempo in cui popoli coscienti del significato del termine scelsero di essere liberi". Sono le parole con cui Lord Acton apre la sua Storia della libertà e che ben rappresentano, a mio avviso, lo spirito del nuovo lavoro di Mauro Cascio, Grandezze e miserie del pensiero liberale. Un’opera originale, nella sua impostazione generale, a volte coraggiosa, qua e là persino incosciente. Sempre e comunque godibile.
                                                                                 (dalla nota introduttiva di Licio Gelli)

  MAURO CASCIO, giornalista e scrittore, si interessa da anni di storia, filosofia e religioni. Curatore di numerosi saggi di ebraismo, ha fondato l’Antologia di Studi Tradizionali Luz e il Trimestrale di orientamento liberale Diritto e libertà con le firme di Piero Ostellino, Sergio Romano, Adriano Sofri, Emma Bonino, Walter Veltroni e le testimonianze di Rita Levi Montalcini e Michael J. Fox. Ha organizzato incontri culturali con Marcello Veneziani, Giacomo Marramao, Gianfranco De Turris e Giano Accame. È direttore editoriale della Rubbettino per la quale cura una collana di filosofia della religione. Ha scritto, per Bastogi, Ut unum sint. L’Uno e il Molteplice (2004) e Storia (Apologetica) della Massoneria (2005), con la prefazione di Gianni De Michelis.