e-mail: bastogi@tiscali.it


 

GIOVANNI GIOLITTI
AL GOVERNO, IN PARLAMENTO, NEL CARTEGGIO

Volume III
IL CARTEGGIO
TOMO II (1906-1928)

Discorsi extraparlamentari (1886 e 1899)

a cura di Aldo A. Mola e Aldo G. Ricci

Rilegato e cartonato, con sovraccoperta a colori
F.to 17x24, pagg.1098, Euro 40,00
(Ed. 02/2010) Cod. ISBN 978-88-6273-224-6

 

IL TESTO

  Con il secondo dei due tomi dedicati alla pubblicazione del Carteggio di Giovanni Giolitti si conclude il complesso lavoro di raccolta documentaria riguardante lo Statista piemontese, al cui nome legata gran parte della storia italiana tra fine Ottocento ed inizio Novecento. Il carteggio, basato essenzialmente sul suo archivio personale, conservato presso l’Archivio Centrale dello Stato (ma anche nello spezzone, prevalentemente attinente la sfera familiare, depositato presso l’Archivio di Stato di Torino), e sui fondi personali dello stesso Istituto, rappresenta un ulteriore, specifico, tassello, per ricostruire l’immenso, infaticabile e spesso imprevedibile lavoro che si svolge dietro le quinte di una impresa titanica come quella intrapresa da Giolitti: portare lentamente, ma con coerenza e costanza, l’Italia a livello delle grandi potenze

europee; insomma modernizzarla con realismo, prendendo atto dei ritardi e delle contraddizioni di un Paese che aveva preso l’ultimo treno disponibile per entrare nel novero degli Stati nazionali ottocenteschi.

 

  L’Opera attuata di concerto con l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici (Napoli) e con il contributo dell’Associazione di Studi sul Saluzzese (Torre San Giorgio, CN)

DIREZIONE SCIENTIFICA DELL’OPERA:
Giovanni Rabbia, Presidente della Fondazione Cassa
di Risparmio di Saluzzo;
Aldo G. Ricci, Sovrintendente all’Archivio Centrale dello Stato, Roma;
Aldo A. Mola, Direttore del Centro europeo
“Giovanni Giolitti” per lo studio dello Stato, Dronero (CN).